via carlo de angelis Castellabate
0974/966309
info@lelisea.com
Book Now
Castellabate
Home > Castellabate

castellabate1

Il territorio di Castellabate, nel cuore del Parco Nazionale del Cilento, si estende per circa 36 km2 e comprende sei frazioni: Castellabate capoluogo, San Marco, Santa Maria, Ogliastro Marina, Lago e Alano.

Castellabate capoluogo, antico borgo nato intorno all’anno mille, conserva le caratteristiche dell’urbs medioevale: vicoli stretti e case comunicanti tutte costruite in pietra cilentana. castellabate-incilento.it3Il visitatore che cerca la tranquillità senza rinunciare ad una passeggiata nella storia può visitare il Castello dell’Abate del 1123, la Basilica Pontificia Santa Maria de Gulia ed il Museo di Arte Sacra. Consigliamo poi una passeggiata sul Belvedere San Costabile al tramonto, qui si può ammirare tutto il golfo di Castellabate racchiuso tra due bellissime ed uniche punte: Punta Tresino a nord e Punta Licosa a sud, entrambe aree marine protette.
Santa Maria di Castellabate, con la sua spiaggia finissima, Marina Piccola, location di spettacoli e manifestazioni sportive in riva al mare. Da visitare il borgo marinaro costruito su una pianta a scacchiera; l’antico approdo benedettino “lu travierso”, fulcro dell’economia dell’epoca, in tempi più moderni ribattezzato Porta delle Gatte, oggi ritrovo della movida. Sul lungomare Perrotti da ammirare l’antica Torre Pagliarola, costruita nel XVI secolo, a modi baluardo e prima difesa della costa. Consigliamo la passeggiata nella stradina alle spalle della Torre, tra palazzi gentilizi tra cui Palazzo Perrotti e Palazzo Belmonte. Santa Maria è il centro commerciale ideale per una cena romantica, o per i giovani amanti della vita notturna.
Se state cercando maggiori informazioni sui servizi a  Castellabate, vi consigliamo di scegliere tra quelli offerti su Incilento.it. Scopri e prenota i servizi di castellabate tra lidi, escursioni e tanto altro . Vai a Incilento.it.
San Marco di Castellabate, borgo di pescatori, vanta insediamenti di antiche civiltà testimoniati dalla presenza dell’approdo greco romano, visibile ancora oggi nelle giornate di bassa marea. Perfetta per gli amanti della tranquillità, delle passeggiate e del trekking. Consigliamo la passeggiata panoramica sulla ripa, ove sorge un’antica grotta naturale, fino ad arrivare alla piccola chiesetta di San Marco Evangelista risalente al XVI secolo, oggi restaurata.isola-licosa
Da non perdere il percorso naturalistico, che inizia alle spalle del porto turistico, in località Vallone Alto, tra macchia mediterranea e un panorama sul golfo di Castellabate con le sue acque cristalline, e raggiunge Punta Licosa.
Punta Licosa e l’isolotto, bellezza unica e rara, tra le 10 spiagge più belle d’Italia, area marina protetta, ideale per il visitatore che cerca il relax nei luoghi dei miti e delle legende. Si narra che la sirena Leucosia non riuscendo con il suo canto ad ammaliare Ulisse si lasciò morire in mare e il suo corpo diede vita a Monte Licosa e la sua coda all’isola di Licosa. Caratteristica è la macchia mediterranea sulla costa di punta Licosa e Ogliastro Marina, caratterizzata dai pini d’aleppo.
Punta Tresino,percorso trekking di media difficoltà, adatto per chi ama passeggiare e ammirare l’immensità del mare e le tracce di antichi popoli testimoniate dal Monastero di San Giovanni ed altri edifici risalenti circa all’anno mille.